INFORMATIVA NUOVA IMU 2020

Clicca sull’immagine per calcolare l’importo della nuova IMU

INFORMATIVA

A decorrere dall’anno 2020, l’imposta unica comunale (IUC), di cui all’articolo 1, comma 639, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, è abolita, ad eccezione delle disposizioni relative alla tassa sui rifiuti (TARI).

La nuova IMU 2020 è disciplinata dalle disposizioni di cui all’art.1, commi 739 – 783, della
legge 27 dicembre 2019, n. 160.

la scadenza per il versamento dell’ACCONTO è fissata per il 16 giugno 2020

la scadenza per il versamento del SALDO è fissata per il 16 dicembre 2020

 

Reddito di Emergenza: domande fino al 30 giugno 2020

Fino a martedì 30 giugno è possibile presentare domanda per il Reddito di Emergenza, la misura di sostegno straordinaria introdotta dal decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 per supportare le famiglie in difficoltà economica a causa dell’emergenza COVID-19.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente online sul sito dell’INPS, autenticandosi tramite PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi o Carta di Identità Elettronica.
Per fare ciò, ci si potrà avvalere del supporto offerto dagli istituti di patronato.
Completate le procedure di autenticazione, ciascun utente potrà consultare i manuali che forniscono le indicazioni per la corretta compilazione della richiesta.

Requisiti

Il Reddito di Emergenza è riconosciuto ai nuclei familiari che rispettano i requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali indicati all’articolo 82 del decreto.
Nello specifico, le famiglie devono avere:

  1. Residenza in Italia al momento della domanda, verificata con riferimento al solo componente richiedente il beneficio.
  2. Un valore del reddito familiare, nel mese di aprile 2020, inferiore ad una soglia pari all’ammontare del sostegno.
  3. Un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 (verificato al 31 dicembre 2019) inferiore a una soglia di 10000 euro, accresciuta di 5000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20000 euro. Il massimale è incrementato di 5000 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159.
  4. Un valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), attestato dalla Dichiarazione Sostitutiva Unica valida al momento di presentazione della domanda, inferiore a 15000 euro.

Ai fini dell’accesso e della determinazione dell’ammontare del Reddito di Emergenza:

I requisiti di cui ai punti 1), 2) e 3) devono essere autocertificati nel modulo di presentazione della domanda e saranno oggetto di verifiche ai sensi dell’articolo 71 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. La non veridicità del contenuto delle dichiarazioni comporta la revoca dal beneficio, ferme restando la restituzione di quanto indebitamente percepito e le sanzioni previste dalla legislazione vigente.
Il requisito di cui al punto 4), invece, viene verificato dall’INPS nella Dichiarazione Sostitutiva Unica valida al momento della presentazione della domanda.
In particolare, per la verifica della sussistenza del requisito di cui al punto 2), il valore del reddito familiare del mese di aprile 2020, da non superare per avere diritto al beneficio, è determinato dal prodotto di 400 euro per il valore della scala di equivalenza, pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di 18 anni e di 0,2, per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2 (o fino ad un massimo di 2,1 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizioni di disabilità grave o non autosufficienza come definite ai fini ISEE).

Di seguito alcuni esempi di calcolo del valore massimo di reddito familiare compatibile con il Reddito di Emergenza:

Composizione nucleo Scala di equivalenza Soglia del reddito familiare ad aprile 2020
1 adulto 1 400 euro
2 adulti 1.4 560 euro
2 adulti e 1 minorenne 1.6 640 euro
2 adulti e 2 minorenni 1.8 720 euro
3 adulti e 2 minorenni 2 800 euro
3 adulti (di cui 1 disabile grave) e 3 minorenni 2.1 840 euro

Per maggiori informazioni e conoscere tutti i dettagli, visitare il sito dell’INPS.

AVVISO PUBBLICO per la creazione di un elenco di Guide Ambientali Escursionistiche, Guide Alpine e Guide Turistiche definito “Elenco Guide del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano”.

Si comunica che con Decreto presidenziale n. 18 del 25 maggio 2020 è stato approvato l’avviso pubblico per la creazione di un elenco di Guide Ambientali Escursionistiche, Guide alpine e Guide turistiche definito “Elenco Guide del parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano”.

Tutta la documentazione in allegato.

Scadenza: 08/06/2020

Allegati

REGOLE TEMPORANEE PER L’ACCESSO AGLI UFFICI COMUNALI

Per garantire la sicurezza dei cittadini e degli operatori comunali l’accesso agli Uffici viene temporaneamente organizzato come segue:

  • Per accedere agli uffici è obbligatorio indossare la mascherina facciale e igienizzare le mani con la soluzione posta all’ingresso;
  • Per tutti gli uffici l’accesso deve avvenire di norma previo appuntamento telefonico al numero:

0583 613181

 Gli uffici riceveranno nei seguenti giorni e orari:

SETTORE AMMINISTRATIVO ED ECONOMICO-FINANZIARIO

Lunedì       9:00 – 12:00

Giovedì            9:00 – 12:00

 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA

Lunedì       8:30 – 12:00

Martedì      8:30 – 12:00

Mercoledì         8:30 – 12:00

Venerdì            8:30 – 12:00

SETTORE TERRITORIO E AMBIENTE

Lunedì       9:00 – 12:00

Giovedì            9:00 – 12:00

  • E’ possibile accedere senza preventivo appuntamento solo in presenza di grave e comprovata emergenza;
  • Non possono accedere agli uffici persone che risultano affette da sintomatologie da infezioni respiratorie e temperatura superiore a 37.5 °C.

 

Bonus dedicato alle utenze in difficoltà per l’emergenza Covid-19

GAIA mette a disposizione un bonus in bolletta interamente dedicato alle famiglie momentaneamente in uno stato di crisi a seguito dell’emergenza Covid-19. Il nuovo bonus si inserisce nel pacchetto di misure già in vigore e per tutte le categorie di utenza, deliberato prontamente dal Consiglio di Amministrazione della Società già all’indomani dell’emergenza sanitaria. Leggi tutte le misure adottate.
Destinatari del bonus GAIA per il Covid-19 sono gli utenti domestico residenti la cui condizione di disagio deriva dall’attuale pandemia: persone in forte difficoltà che hanno perso il lavoro, che sono in Cassa Integrazione e simili.
La domanda, opportunatamente compilata, va inoltrata a GAIA esclusivamente in via telematica attraverso la scheda che potete trovare a queso link
Insieme alla domanda è necessario allegare un documento di identità in corso di validità.

Emergenza Coronavirus: nuova proroga per rinnovare i Bonus sociali

L’ARERA ha ufficializzato la proroga al 31 luglio 2020 per la richiesta del rinnovo dei bonus sociali nazionali (elettrico, gas e idrico).

Quindi, per i consumatori cui il bonus sociale è in scadenza nel periodo 1 marzo-31 maggio 2020 (la precedente data ultima era il 30 aprile), è data la facoltà di rinnovare la domanda per l’erogazione dei bonus oltre la scadenza originaria prevista, prolungando i tempi fino al 31 luglio 2020.

Una volta accettata la domanda, a seguito delle normali verifiche, sarà garantito lo “sconto” in modo continuato e retroattivo a partire dalla data di scadenza originaria. Il rinnovo ha la consueta durata complessiva di 12 mesi.

Il periodo di validità delle previsioni potrà essere aggiornato in conformità ai possibili futuri provvedimenti normativi in materia di emergenza COVID-19.

Bonus sociali: il riepilogo

I bonus sociali sono uno sconto sulla bolletta, introdotto dal Governo e reso operativo dall’ARERA con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulla spesa per l’energia elettrica, acqua e gas alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico e alle famiglie numerose.

I requisiti per ottenere il Bonus sociale acqua, luce o gas sono:

  • soglia massima ISEE di 8.265 euro;
  • per le famiglie con almeno 4 figli a carico ISEE non superiore a 20 mila euro.

La domanda va presentata presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane).

Con un singolo modulo si fa richiesta di accesso a tutti i bonus previsti.

NB – il riconoscimento dei bonus per gli aventi diritto diventerà automatico (ovvero senza necessità di presentare apposita domanda) a partire dal 2021.

BANDO CONTRIBUTO PER DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2020-2021 PROVINCIA DI LUCCA PER FAMIGLIE CON FIGLI ISCRITTI ALLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO E CON REDDITO ISEE COMPRESO TRA 15.748,79 EURO E 25.000,00 EURO

C’è tempo fino al prossimo 19 Giugno per chiedere i contributi, messi a disposizione dalla Provincia grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, destinati alle famiglie con reddito Isee compreso tra 15.748,79 e 25.000 euro, per sostenere le spese di acquisto di materiale scolastico (libri e materiale didattico vario) degli alunni iscritti ad una scuola secondaria di primo e secondo grado o iscritti ad un percorso di Istruzione e Formazione Professionale – IeFP – presso una scuola secondaria di secondo grado o un’agenzia formativa accreditata, nel prossimo anno scolastico 2020/2021.
Per supportare le necessità di questi nuclei familiari e garantire comunque il diritto allo studio dei ragazzi in età scolare, i due enti hanno suddiviso il contributo in due parti. La prima, di 30mila euro, sarà destinata alle scuole superiori di primo e secondo grado per il progetto Banca del Libro che prevede il comodato gratuito dei testi scolastici anche per accrescere il numero dei fruitori ed incrementare così i libri destinati a ciascuno degli studenti beneficiari.
La seconda (70mila euro), ossia quella relativa al bando pubblico, sarà a sostegno delle famiglie con reddito Isee compreso tra 15.748,79 e 25.000 euro per sostenere le spese di acquisto di materiale scolastico (libri e materiale didattico vario) degli alunni iscritti ad una scuola secondaria di primo e secondo grado o iscritti ad un percorso di Istruzione e Formazione Professionale – IeFP – presso una scuola secondaria di secondo grado o una agenzia formativa accreditata.

Gli interessati possono scaricare la domanda dalla home page del sito della Provincia di Lucca e nella sezione avvisi bandi e gare al seguente link: https://www.provincia.lucca.it/atti-e-documenti/avvisi-bandi-e-gare/procedure-corso-di-svolgimento-della-provincia-di-lucca dove sono consultabili anche tutte le modalità di presentazione. Il termine ultimo è fissato alle ore 12 del 19 Giugno 2020. Le domande possono essere presentate, tramite posta cartacea (fa fede il timbro postale), oppure via posta certificata all’indirizzo provincia.lucca@postacert.toscana.it .

La graduatoria degli ammessi al bando e in possesso dei requisiti richiesti sarà approvata entro il 30 luglio 2020. Per il progetto Banca del Libro, ad agosto sarà effettuata la selezione delle scuole per la successiva erogazione del contributo agli istituti scolastici.

Da sottolineare che, in analogia al bando provinciale, le famiglie con fascia di reddito ISEE compresa tra 0 euro e 15.748,78 euro possono fare domanda per il beneficio economico denominato “Pacchetto Scuola anno scolastico 2020/2021” entro il 19 giugno 2020 al proprio Comune di residenza dov’è reperibile anche la modulistica.
Per ulteriori informazioni (solo per il bando provinciale) gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Servizi generali, politiche educative e rete scolastica della Provincia: e-mail istruzione@provincia.lucca.it

BANDO                                 DOMANDA

 

PACCHETTO SCUOLA A.S. 2020-2021 RIVOLTO A FAMIGLIE CON STUDENTI ISCRITTI ALLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO CON REDDITO ISEE COMPRESO TRA 0 EURO E 15.748,78 EURO – SCADENZA DOMANDE: 19/06/2020 ORE 12:00

Con Determinazione n.  96  del  07/05/2020, sono stati approvati il Bando e la modulistica relativi al Pacchetto Scuola A.S. 2020-2021, per la richiesta di un contributo economico a cui hanno diritto di accedere gli studenti iscritti alle Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado, nonché ai corsi IeFP    per il nuovo anno scolastico e con reddito ISEE COMPRESO TRA 0 EURO E 15.748,78= EURO. 

Le domande, debitamente compilate e sottoscritte,  dovranno essere inviate, unitamente alla copia di un documento di identità, codice fiscale e della Dichiarazione ISEE Anno 2020 ( anche realizzando una fotografia chiara e leggibile di tutta la documentazione),   al seguente indirizzo: demografici@comune.san-romano-in-garfagnana.lu.it
pec: comune.sanromanoingarfagnana@postacert.toscana.it,

indicando nell’oggetto “DOMANDA PACCHETTO SCUOLA A.S. 2020-2021”.  In caso di impossibilità, la domanda potrà essere consegnata direttamente all’Ufficio Scuola previo appuntamento telefonico al n. 0583/613181 . Per informazioni : CRUDELI STEFANIA

BANDO                        DOMANDA                           DOMANDA EDITABILE

Assegno per il nucleo familiare numeroso e Assegno di maternità anno 2020.

ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE NUMEROSO.

L’assegno per il nucleo familiare numeroso è un contributo concesso dal Comune ed erogato dall’INPS, alle famiglie con almeno tre figli minori.  L’importo dell’assegno riferito all’anno 2020 da corrispondere agli aventi diritto è pari, nella misura intera, a € 145,14 mensili. Il diritto all’assegno decorre dal primo giorno del mese in cui si è verificato il requisito della presenza dei tre figli minori e cessa dal primo giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare detto requisito.
Requisiti:
Può presentare domanda uno dei genitori residente con i minori nel Comune di San Romano in Garfagnana
cittadini italiani, comunitari, o extracomunitari in possesso del permesso CE soggiornanti di lungo periodo (o del cedolino di richiesta dello stesso) o con lo status di rifugiati politici o di protezione sussidiaria.
cittadini/lavoratori del Marocco, Tunisia , Algeria e Turchia in possesso di permesso di soggiorno in virtù degli accordi euromediterranei.

Il limite ISEE per l’anno 2020 è pari a € 8.788,99;

Documenti da allegare alla domanda :
– copia dell’ISEE per prestazioni agevolate rivolte ai minorenni in corso di validità.
– copia di un documento di identità in corso di validità, attestazione anagrafica cittadino di comunità europea e per i cittadini extracomunitari copia del permesso di soggiorno di lunga durata CE (o del cedolino di richiesta dello stesso), attestazione di rifugiato politico o protezione sussidiaria, permesso di soggiorno per cittadini/lavoratori della Tunisia, Marocco, Turchia e Algeria.
Il comune che ha concesso il beneficio è competente per i controlli e per gli eventuali provvedimenti di revoca.

Termini per la presentazione della domanda :
Per l’anno 2020 è possibile presentare la domanda fino al 31.01.2021 

ASSEGNO DI MATERNITA’

L’assegno mensile di maternità , per madri disoccupate da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2020, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento, se spettante nella misura intera, è pari ad € 348,12 mensili, per un totale complessivo pari ad € 1.740,60; per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), con riferimento a nuclei familiari composti da tre componenti, è pari ad € 17.416,66.

LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ENTRO 6 MESI DALLA DATA DEL PARTO E NON OLTRE IL 31/01/2021 PER LE NASCITE DELL’ANNO 2020. INOLTRE,  LA DICHIARAZIONE ISEE DEVE RICOMPRENDERE IL NUOVO NATO.

Documentazione e presentazione delle domande
Viste le Direttive del Presidente del Consiglio dei Ministri e le ordinanze della Regione Toscana finalizzate al contenimento della diffusione del CoronaVirus COVID 19;
Vista la necessità di evitare concentrazioni di persone in strutture o luoghi pubblici,
Le domande possono essere presentate :
– per posta
– consegnate a mano in busta chiusa direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di San Romano in Garfagnana
– tramite raccomandata A.R. al seguente indirizzo: Comune di San Romano in Garfagnana – Via Roma n. 9 – 55038
– a mezzo PEC all’indirizzo comune.sanromanoingarfagnana@postacert.toscana.it inserendo la domanda con la documentazione allegata. Sulla busta contenente la domanda il richiedente dovrà riportare il proprio nome, cognome, indirizzo e la dicitura “Assegno maternità” oppure “Assegno al nucleo familiare”.

MODULO-RICHIESTA-ASSEGNO-MATERNITA

MODULO-RICHIESTA-ASSEGNO-NUCLEO-FAMILIARE

Ringraziamento del Sindaco

Devo ringraziare assieme ai consiglieri dell’Amministrazione Comunale tutti coloro che hanno collaborato alla nostra Maratona per la Costituzione: i bambini e i ragazzi con le loro famiglie, bravissimi e concentrati.
Tutti i componenti della Filarmonica Giuseppe Verdi per il magnifico filmato corredato all’esecuzione del nostro Inno nazionale.
Grazie al loro lavoro impagabile inserito nel circuito nazionale organizzato da Legambiente dedicato ai Piccoli Comuni sotto lo slogan ‘voler bene all’Italia’ abbiamo fatto una ottima figura.
Diego e Giulia dalla Fortezza delle Verrucole che sono ripartiti offrendo ai turisti opportunità di visita del monumento e di conoscenza del nostro territorio. Anche loro hanno prodotto un bellissimo filmato dedicato a ‘voler bene all’Italia’ molto toccante.
Un grazie particolare va a chi ha contribuito alla riuscita dell’iniziativa con il consueto impegno:
Stefania, Pamela ed Elisa.
Riccardo Pieroni
Roberto Rocchiccioli e Biagioni Maria Tina

Buon 2 Giugno a tutti !

                                                                On. Raffaella Mariani

2 GIUGNO 2020: FESTA DELLA REPUBBLICA

Perchè il 2 giugno

“In questa Costituzione c’è dentro tutta la nostra storia, tutto il nostro passato, tutti i nostri dolori, le nostre sciagure, le nostre glorie: son tutti sfociati qui negli articoli”. Il 26 gennaio 1955 Piero Calamandrei si rivolgeva così a un gruppo di studenti di Milano. L’uomo politico e giurista fiorentino utilizzava poche parole per definire la Costituzione Italiana. Il testo di 139 articoli non sarebbe nato se non vi fosse stato un referendum destinato a cambiare il nostro paese, il nostro ordinamento.

Tra il 2 e il 3 giugno 1946 si tenne il referendum che decise la forma istituzionale dello Stato italiano dopo la fine del fascismo: fu anche la prima volta nella storia italiana in cui il voto avvenne a suffragio universale. Al referendum parteciparono anche le donne. I risultati ufficiali furono annunciati il 18 giugno 1946, e fu quel giorno che la Corte di Cassazione proclamò ufficialmente la nascita della Repubblica Italiana: 12.718.641 italiani avevano votato a favore della repubblica, 10.718.502 a favore della monarchia e 1.498.136 avevano votato scheda bianca o nulla.

Il referendum, video dell’Istituto Luce

La Festa della Repubblica viene celebrata ogni anno il 2 giugno, quando si votò per scegliere tra repubblica e monarchia. Per molto tempo e per ragioni economiche la ricorrenza fu fatta cadere la prima domenica di giugno. Dal 1948 (prima Festa della Repubblica) fino al 1977 le celebrazioni si svolsero ogni anno il 2 giugno. Nel 1977 invece, a causa della crisi economica e con l’obiettivo di non far perdere alcun giorno lavorativo, si decise che la Festa della Repubblica sarebbe stata ricordata la prima domenica di giugno. La data del 2 giugno venne reintrodotta nel 2001. L’anno precedente, il governo guidato da Giuliano Amato, su iniziativa dell’ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ristabilì con la legge 20 novembre 2000, n.336 la data originaria.

Le iniziative

Per celebrare il 74° anniversario della nascita della Repubblica non ci saranno parate militari e manifestazioni pubbliche a causa del Coronavirus. Questa mattina il presidente della Repubblica Sergio Mattarella renderà omaggio al Milite Ignoto all’Altare della Patria di Roma. Successivamente si recherà a Codogno, luogo simbolo in Lombardia della pandemia. La visita è un segnale al paese denso di significati. Si tratta infatti del primo viaggio del presidente della Repubblica dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Il tributo che Mattarella porterà a Codogno avverrà in forma privata: un incontro informale con le autorità cittadine. Non sarà aperto al pubblico anche per evitare il rischio di assembramenti.

Da lunedì 25 maggio a venerdì 29 maggio, in vista dell’appuntamento di oggi, le Frecce Tricolori si sono impegnate in un programma di esibizioni nei cieli di 21 città italiane. I passaggi sono avvenuti in date e orari diversi. Un giro acrobatico durato 5 giorni per abbracciare simbolicamente tutto il paese in segno di unità e solidarietà. L’iniziativa è stata promossa dall’Aeronautica militare. Oggi ci saranno alcuni passaggi simbolici delle Frecce Tricolori a Roma. La città quest’anno non avrà la consueta parata ai Fori Imperiali.  

Il Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema ha organizzato invece una maratona di letture sulla Costituzione Italiana. Un testo che trova le sue radici in luoghi come Sant’Anna. Alla maratona hanno partecipato figure istituzionali, giornalisti, magistrati, campioni dello sport e attori. Ognuno di loro ha letto un articolo della Costituzione.

#RiconnettiamoilPaese

Il Comune di San Romano ha aderito alla “Giornata dei Piccoli Comuni” promossa da Legambiente. Ogni 2 giugno l’associazione è al fianco dei comuni italiani per ricordare l’importanza di territori e comunità che custodiscono gran parte dei gioielli di natura e di tradizioni del Paese. Lo slogan di questa edizione è “Voler bene all’Italia”.

“Oggi più che mai, dopo la lunga emergenza provocata dal Coronavirus, Voler Bene all’Italia interpreta l’urgenza di un percorso comune di rinascita, che vede le comunità e i territori ancora più decisivi per la ripartenza del nostro Paese, e la Festa della Repubblica rappresenta una grande occasione di coesione per stare affianco ai piccoli comuni”, scrivono gli organizzatori in una nota.

Tutti i video delle iniziative sono stati pubblicati sui canali social del Comune!

 

1 2 3 245