GEA SRL- EMERGENZA CORONAVIRUS

Gea srl rende noto che a partire da martedì 10 marzo e fino a nuove disposizioni:

  • È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale minima di almeno un metro e mezzo (1,5 metri)
  • È sospeso l’accesso alla piattaforma “ECOCENTRO” di Castelnuovo di Garfagnana
  • Non è consentito agli utenti l’accesso all’interno degli uffici: eventuali eccezionali richieste inerenti al servizio saranno gestite all’esterno attenendosi scrupolosamente alle indicazioni del personale della GEA
  • Si ribadisce il divieto di effettuare la raccolta “a chiamata” dei rifiuti ingombranti all’interno del domicilio delle utenze: i rifiuti ingombranti dovranno essere esposti sulla strada unicamente la sera prima della data di raccolta programmata

CORONAVIRUS- IL NUOVO DPCM IN IN VIGORE DA OGGI 10 MARZO IN SINTESI

Il nuovo DPCM appena annunciato da Conte estende le disposizioni previste ieri per Lombardia e 14 province a tutta Italia. Da stamattina, in tutto il territorio nazionale:
• bisogna evitare ogni spostamento di persone fisiche in entrata e in uscita dai territori,
nonché́ all’interno degli stessi territori, salvo che per gli spostamenti motivati
da comprovate esigenze lavorative (non più indifferibili) o situazioni di necessità o per
motivi di salute CHE VANNO DIMOSTRATE (pena art 650 codice penale);
• si raccomanda a datori di lavoro pubblici e privati di promuovere la fruizione da parte dei
dipendenti di periodi di congedo ordinario o ferie, ferma restando la modalità di lavoro
agile disciplinata per tutto il territorio nazionale;
• sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici
o privati.
• sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o
privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se
svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi,
cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e
locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività;
• Sono vietati assembramenti anche all’aperto!
• sono sospesi i servizi educativi e le attività didattiche;
• sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6.00 alle 18.00, con obbligo, a carico
del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della
distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all’allegato 1 lettera d),
con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione;
• sono consentite le attività commerciali diverse da ristorazione e bar a condizione che il
gestore garantisca un accesso con modalità contingentate o comunque idonee a evitare
assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali
aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza
di almeno un metro tra i visitatori, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di
violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il
rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le strutture dovranno
essere chiuse;
• sono adottate in tutti i casi possibili, nello svolgimento di incontri o riunioni, modalità di
collegamento da remoto, comunque garantendo il rispetto della distanza di sicurezza
interpersonale di un metro ed evitando assembramenti;
• nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita,
nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei
mercati. Nei giorni feriali, il gestore deve comunque garantire il rispetto della distanza di
sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso
di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il
rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le strutture dovranno
essere chiuse. La chiusura non è disposta per farmacie, parafarmacie e punti vendita di
generi alimentari, il cui gestore è chiamato a garantire comunque il rispetto della distanza
di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in
caso di violazione.

Informativa dei Sindaci a seguito dell’ Ordinanza del Presidente della Regione Toscana

Si informa che, a seguito dell’ ordinanza del Presidente della Regione Toscana dell’otto marzo 2020 “ Misure per il contenimento sul territorio regionale del Virus covid-19” l’Unione Comuni Garfagnana e i Comuni della Garfagnana in continuo contatto con tutti gli organismi preposti sta predisponendo ogni misura necessaria al fine di prevenire e contenere la diffusione del coronavirus, così come disposto dall’ordinanza, ai sensi art.32 comma 3 Legge 23 dicembre 1978 n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

Pertanto, chiunque faccia ingresso in Toscana, o vi abbia fatto ingresso negli ultimi quattordici giorni, dopo avere soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o nelle regioni e provincie di cui all’art.1 del DPCM dell’8 marzo 2020 e precisamente dalla Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano – Cusio -Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, o a quelle che dovessero essere individuate con successivi provvedimenti di livello nazionale è fatto obbligo di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.

Per tali soggetti, è fatto obbligo di procedere all’isolamento fiduciario volontario dal giorno dell’ultima esposizione, comunicando tale circostanza, soprattutto in presenza di sintomi, se residente o domiciliati in Toscana, al proprio Medico di famiglia o Pediatra di libera scelta, altrimenti al numero unico dell’Azienda USL di riferimento (Azienda USL Toscana Centro: 055/5454777; Azienda USL Toscana Nord Ovest 050/954444; Azienda USL Toscana SUD EST 800579579), attivo dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e dalle 20.00 alle 8.00.

Tali informazioni saranno trasmesse ai Servizi di Igiene Pubblica dei Dipartimenti di prevenzione territorialmente competenti, che adotteranno i provvedimenti necessari per la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, come di seguito riportato.

Le persone sottoposte ad isolamento fiduciario devono attenersi alle seguenti prescrizioni:

-mantenimento dello stato di isolamento per quattordici giorni dall’ultima esposizione;
-divieto di contatti sociali;
divieto di spostamenti e/o viaggi;
-obbligo di rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza;
-evitare contatti stretti, anche indossando la mascherina chirurgica, in caso di conviventi;
-osservare scrupolosamente le ordinarie misure igieniche (lavaggio frequente delle mani, utilizzo di fazzoletti monouso, pulizia e disinfezione frequente delle superfici, aerazione degli ambienti);

Si invita la cittadinanza ad attenersi alle disposizioni sopra indicate e alle indicazioni provenienti da fonti ufficiali.

Sarà cura delle Amministrazioni fornire aggiornamenti attraverso i propri canali ufficiali.

Informativa dei Sindaci a seguito dell’emanazione del DPCM 8 Marzo

AGGIORNAMENTO 8 marzo 2020
Si informa che, a seguito della entrata in vigore del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’otto marzo 2020 i Comuni della Garfagnana in continuo contatto con tutti gli organismi preposti sta predisponendo ogni misura necessaria al fine di prevenire e contenere la diffusione del coronavirus, così come disposto dal decreto.
Al momento non sono segnalati casi di contagio nel territorio della Garfagnana, nonostante questo le Amministrazioni Comunali sono pronte con precisi protocolli a gestire ogni eventuale emergenza.
E’ assolutamente necessaria la massima collaborazione dei Cittadini che, attenendosi alle prescrizioni igienico sanitarie diffuse precedentemente e ribadite in questo nuovo decreto, possono consentire una ricaduta positiva, concreta e immediata.
Si ricorda inoltre che è fatta espressa raccomandazione di limitare la mobilità al di fuori dei propri luoghi di dimora abituale ai casi strettamente necessari.
-Fino al 15 marzo sono sospese le attività scolastiche in ogni ordine e grado.
-Fino al 15 marzo è sospeso il servizio educativo per la prima infanzia.
-Fino al 3 Aprile sono sospesi gli spettacoli compresi quelli teatrali e cinematografici le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo sia pubblico che privato.
-Fino al 3 Aprile sono sospesi attività di PUB, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati con applicazione di specifiche sanzioni in caso di mancato rispetto.
-Fino al 3 Aprile le biblioteche comunali resteranno chiuse con sospensione della erogazione di relativi servizi.
E’ consentito l’attività di ristorazione e Bar con obbligo, a carico del gestore di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione di sospensione dell’attività in caso di violazione.
E’ fortemente raccomandato che il gestore di esercizi commerciali diversi da quelli indicati ai punti sopra sia all’aperto che al chiuso, garantisca l’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori. L’apertura dei luoghi di culto è condizionata da misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e tale da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra loro.
-Fino al 3 aprile sono sospese le cerimonie religiose ivi comprese quelle funebri.
-Fino al 3 Aprile sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina svolti in ogni luogo sia pubblico sia privato, resta consentito lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive non che degli allenamenti degli atleti agonisti all’interno degli impianti sportivi a porte chiuse oppure all’aperto senza presenza di pubblico:
in tutti questi casi le associazioni e le società sportive a mezzo del proprio personale medico sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus covid-19 tra gli atleti i tecnici i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.
-fino al 3 Aprile sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Resta consentito lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive, nonché degli allenamenti degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, oppure all’aperto senza la presenza di pubblico: in tutti questi casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.

Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto o all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di un metro.

Gli uffici comunali della Garfagnana e l’Unione Comuni resteranno regolarmente aperti. E’ opportuno rispettare le norme precauzionali e pertanto si consiglia di rivolgersi agli uffici solo per necessità non rimandabili.

Si invita la cittadinanza ad attenersi esclusivamente alle indicazioni provenienti da fonti ufficiali.

Sarà cura delle Amministrazioni fornire aggiornamenti attraverso i propri canali ufficiali.

1 4 5 6 7 8