Aggiornamento Covid-19

AGGIORNAMENTO DEL 05 NOVEMBRE 2020

Oggi l’Azienda Sanitaria ci ha informati di un ulteriore caso risultato positivo da Covid-19 tra i residenti del nostro Comune. La persona era già in isolamento in quanto appartenente a nucleo familiare già colpito dal virus.

Auguriamo a tutta la famiglia  di superare celermente la situazione di difficoltà e rinnoviamo loro la nostra disponibilità per ogni necessità.

In queste giorni difficili di ripresa della diffusione della pandemia non possiamo non ricordare a tutti il rispetto delle regole e delle procedure previste dal Governo nazionale e dalla Regione Toscana oltre che grande prudenza nei rapporti sociali e nello svolgimento delle attività lavorative, senza trascurare di valutare ogni possibile rischio di trasmissione del virus.

 

AGGIORNAMENTO DEL 30 OTTOBRE 2020

L’ Azienda Sanitaria ci ha informati ufficialmente della presenza di 4 ulteriori casi risultati positivi da Covid-19 tra i residenti del nostro Comune. I dati che abbiamo ricevuto riguardano due persone nella giornata di ieri e di altre due positive nella giornata odierna.

La progressione della diffusione del corona-virus è oggi inequivocabile e la preoccupazione per la salute pubblica altrettanto grande anche nel nostro territorio.

Serve che ciascun cittadino comprenda esattamente il valore e la necessità di ridurre al massimo spostamenti e contatti se non per motivi di lavoro o di urgenti necessità.

l’Amministrazione Comunale rimane disponibile per qualsiasi esigenza e augura un pronto recupero alle persone colpite dal virus.

AGGIORNAMENTO DEL 27 OTTOBRE 2020

Carissimi concittadini,

L’Azienda Sanitaria ci ha informati ufficialmente della presenza di 4 ulteriori casi risultati positivi da Covid-19 tra i residenti del nostro Comune. I dati che abbiamo ricevuto riguardano i giorni del 24, 25 e 26 ottobre rilevati dalle analisi condotte nel territorio della Valle del Serchio. Le persone appartengono a due nuclei familiari posti in quarantena; le loro condizioni di salute sono buone e si trovano in isolamento presso le abitazioni di residenza. Auguriamo a tutti una guarigione rapida e rinnoviamo loro la nostra disponibilità per ogni necessità.

La progressione della diffusione del corona-virus è oggi inequivocabile e la preoccupazione per la salute pubblica altrettanto grande anche nel nostro territorio.

Serve che ciascun cittadino comprenda esattamente il valore e la necessità di ridurre al massimo spostamenti e contatti se non per motivi di lavoro o di urgenti necessità.

 Dobbiamo aiutare il sistema sanitario in grande affanno e proteggere con i nostri comportamenti corretti le persone più fragili a partire dai nostri anziani. Molti operatori sanitari in questo momento stanno rischiando la loro stessa salute per aiutare la comunità e di ciò oltre che essere grati dobbiamo essere molto consapevoli.

Il rispetto e la conoscenza delle nuove restrizioni e delle regole previste dal Governo nazionale e dalla Regione Toscana, sono dovuti e tassativi per cercare di bloccare l’impennata della trasmissione del virus.

Non trascuriamo l’utilizzo dei tre principali accorgimenti:

-distanziamento fisico

-utilizzo della mascherina anche all’esterno

– igiene delle mani

sono precauzioni che dovremmo dare per scontate ma è opportuno ricordare che la loro osservanza salverà le persone più fragili da pericolose conseguenze per la  salute.

Il Sindaco

Raffaella Mariani

 

 

AGGIORNAMENTO DEL 22 OTTOBRE 2020 

Carissimi concittadini,

Oggi l’Azienda Sanitaria ci ha informati di un ulteriore caso risultato positivo da Covid-19 tra i residenti del nostro Comune. La persona era già in isolamento in quanto appartenente a nucleo familiare già colpito dal virus.

Auguriamo a tutta la famiglia  di superare celermente la situazione di difficoltà e rinnoviamo loro la nostra disponibilità per ogni necessità.

In queste giorni difficili di ripresa della diffusione della pandemia non possiamo non ricordare a tutti il rispetto delle regole e delle procedure previste dal Governo nazionale e dalla Regione Toscana oltre che grande prudenza nei rapporti sociali e nello svolgimento delle attività lavorative, senza trascurare di valutare ogni possibile rischio di trasmissione del virus.

 

Il Sindaco 

Raffaella Mariani 

 

TRA MEMORIA E CURA DEL TERRITORIO, 100 ANNI FA LA FRANA DI CAPRIGNANA VECCHIA

    La frazione di Caprignana Vecchia è stata abbandonata nel 1920, l’anno del terribile terremoto in Garfagnana. Il sisma non fu l’unico problema per il piccolo borgo. 

Alla vigilia della festa di Ognissanti una frana di vaste dimensioni innescatasi dopo le violente scosse del terremoto compromise la sicurezza del paese, costringendo le autorità a ordinare il trasferimento degli abitanti in un’altra zona: l’odierna Caprignana. Per vedere completato il primo nucleo di abitazioni del nuovo paese si dovette attendere il 1933. 

La nuova chiesa, per mancanza di fondi, fu costruita molto più tardi e inaugurata soltanto nella domenica delle Palme del 1950.    

Nel centenario della frana che portò all’abbandono di Caprignana Vecchia da parte degli abitanti l’Amministrazione del comune di San Romano in Garfagnana intende avviare – nel mese di novembre – una riflessione sul tema della mitigazione dei rischi idrogeologici e illustrare i primi interventi da realizzare.

Una serie di contributi e di riflessioni autorevoli verranno ospitate nel sito istituzionale del Comune. L’obiettivo di questa azione divulgativa è duplice. Innanzitutto è opportuno ricordare in maniera adeguata un evento tragico risalente al 1920 e che ha colpito duramente la nostra comunità. Inoltre è importante sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione dei rischi idrogeologici, evidenziare il ruolo cruciale che viene affidato alla cura del territorio. Occorre impedire che pericoli del passato  possano ripresentarsi anche in futuro.

Riccardo Pieroni

1 2 3 4 66