RITIRO PENSIONI APRILE 2020

Per i pensionati, titolari di un Conto BancoPosta, di un libretto di risparmio o di una Postepay Evolution, saranno accreditate in anticipo il 26 marzo. Se possiedi una carta Postamat, una Carta Libretto o una Postepay Evolution, è anche possibile prelevare in contanti da oltre 7.000 Postamat, senza recarsi allo sportello.

Chi invece non può evitare di ritirare la pensione in contanti dovrà recarsi presso l’ufficio postale SEGUENDO IL CALENDARIO. (per visualizzare il calendario clicca QUI)
NON È POSSIBILE RITIRARE LA PENSIONE IN UN GIORNO DIVERSO DA QUELLO INDICATO.

Visto il massiccio “viavai” che si continua a vedere si ribadisce che tutti sono invitati a recarsi presso gli uffici postali ESCLUSIVAMENTE per il compimento di OPERAZIONI ESSENZIALI E INDIFFERIBILI.

NON È POSSIBILE CREARE AFFOLLAMENTI E CODE PRESSO L’UFFICIO POSTALE

EMERGENZA CORONAVIRUS- FAQ DEL GOVERNO AGGIORNATE

Segnaliamo, in materia di Emergenza Coronavirus, che il Governo ha aggiornato:

PUBBLICATA LA CIRCOLARE RECANTE IL NUOVO MODULO DA UTILIZZARE PER GLI SPOSTAMENTI

Con circolare del 23 marzo 2020, a firma del Capo della Polizia Gabrielli, si è provveduto ad adeguare alle disposizioni del D.P.C.M. 22 marzo 2020 il modulo di autodichiarazione da utilizzare per gli spostamenti.

Per scaricare il modulo clicca QUI

Infatti il nuovo decreto abolisce la previsione che assicurava il rientro tout court nel luogo di domicilio, abitazione o residenza, di conseguenza il nuovo modulo prevede che gli spostamenti possano essere effettuati, fino al 3 aprile p.v., soltanto per i seguenti motivi:

  • comprovate esigenze lavorative;
  • esigenze di assoluta urgenza;
  • motivi di salute.

La circolare prosegue, prendendo spunto da quesiti prospettati da alcune Questure, evidenziando che:

  • rientra negli spostamenti per comprovate esigenze lavorative, il tragitto (anche pendolare) effettuato dal lavoratore dalla propria residenza …. al luogo di lavoro;
  • rientrano nelle esigenze di assoluta urgenza, anche i casi in cui l’interessato si rechi presso grandi infrastrutture dei trasporti (aeroporti, porti e stazione ferroviari) per trasferire propri congiunti alla propria abitazione.
1 2 3 7