VENERDì 6 MARZO 2020 LE LUCI DELLA FORTEZZA SI SPENGONO PER M’ILLUMINO DI MENO

M’illumino di Meno è la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, lanciata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2, per chiedere alle persone di spegnere le luci non indispensabili e ripensare i consumi.
L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Ma spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità resta un’iniziativa concreta, non solo simbolica, e molto partecipata.
Si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona -, i palazzi simbolo d’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M’illumino di Meno la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso.
L’edizione 2020 torna venerdì 6 marzo ed è dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi. Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico: emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature.
Ecco perché L’Amministrazione Comunale, in un’ottica di promozione di iniziative volte alla sensibilizzazione al risparmio energetico e di valorizzazione del nostro territorio , nelle prossime settimane ha deciso di piantare una varietà locale di albero da frutto e, per la giornata di domani, di spegnere  le luci di uno dei monumenti più significativi per la nostra comunità, la Fortezza di Verrucole.

MANUTENZIONE VIABILITA’ : IL SINDACO RINGRAZIA L’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

“Voglio ringraziare l’Amministrazione provinciale per la messa in opera del programma di manutenzione della nostra viabilità.  Devo esprimere il mio apprezzamento e quello della nostra comunità al Presidente, al Consigliere Carrari, ai Responsabili dell’ufficio tecnico-strade e ai cantonieri per la pulizia e la cura di pertinenze, zanelle e caditoie delle strade provinciali della Garfagnana come non vedevamo da molto tempo. La cura straordinaria dei bordi stradali non riguarda soltanto l’impatto immediato e rilevante prodotto dalla pulizia, ma anche e soprattutto l’efficienza della regimazione delle acque superficiali che diventano molto dannose quando non sono regolate, fino a provocare dissesti e rischi gravi per la sicurezza stradale.

Pertanto, risultano molto opportuni gli stanziamenti annunciati in questi giorni dal Ministro dei Lavori Pubblici, Paola De Micheli,  messi a disposizione delle province e città metropolitane che ne faranno richiesta per il quinquennio 2020-2024 e rivolti a programmi straordinari di manutenzione delle strade provinciali italiane. Dare continuità agli investimenti nella manutenzione è un ottima politica di prevenzione”.

Il Sindaco

Raffaella Mariani

COMUNICAZIONE SU CORONAVIRUS

Coronavirus:

ribadendo la necessità di non creare ingiustificati allarmismi, informiamo la popolazione che la nostra azienda ASL, ha istituito l’unità di crisi e sta elaborando le direttive alle quali dovremo attenerci. Non appena saranno emanate saremo in grado di fornire ai cittadini informazioni corrette ed uniformi.

I Sindaci componenti la Giunta dell’Unione Comuni Garfagnana

*************************************************************
L’Azienda Usl Toscana Nord Ovest a seguito dell’ordinanza emessa dalla Regione Toscana, ha attivato il numero telefonico 050-954444 (attivo dalle 8 alle 20 con personale e dalle 20 alle 8 con segreteria telefonica) e la casella di posta elettronica rientrocina@uslnordovest.toscana.it. A questi riferimenti aziendali, già attivi, si devono rivolgere per comunicare i propri dati personali (nome, cognome, indirizzo, domicilio e numero di telefono) le persone residenti negli ambiti territoriali di Massa Carrara, Lucca, Versilia, Pisa e Livorno che abbiano avuto contatti stretti con casi confermati di Coronavirus oppure coloro che, negli ultimi 14 giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in Cina.
Rimangono attivi e validi i riferimenti telefonici di informazione istituiti dal Ministero della Salute (1500) e dalla Regione Toscana 800.55.60.60 .
Per maggiori informazioni si rinvia al seguente link

 

Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020: voto domiciliare per elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione

Ai sensi delle disposizioni dell’art.1 del decreto-legge 3/01/2006, n.1, convertito, con modificazioni, dalla L.27/01/2006, n.22, come modificato dalla legge 7/05/2009, n.46, possono essere ammessi al voto domiciliare, gli elettori affetti da gravi infermità, tali da impedire l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, che si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, ovvero gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi previsti dall’art. 29 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, sono ammessi al voto nella predetta dimora.

L’elettore interessato deve far pervenire al  Sindaco del Comune di San Romano in Garfagnana in un periodo compreso fra il 40° e il 20° giorno antecedente la data di votazione, ossia sino a lunedì 09 marzo 2020, una dichiarazione, in carta libera, attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora, corredata della prescritta autorizzazione sanitaria, indicando i dati di identità e di residenza (cognome e nome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza e, possibilmente un recapito telefonico); nel caso in cui l’elettore dimora in una sede diversa dalla propria abitazione di residenza, indicare l’indirizzo dove l’elettore effettivamente dimora e dove sarà ammesso al voto.

Alla domanda si deve allegare:
– copia della tessera elettorale;
– idonea certificazione sanitaria, con l’esatta formulazione normativa in oggetto indicata                                                                                                

La certificazione sanitaria da allegare alla domanda deve essere rilasciata da un funzionario medico designato dai competenti organi dell’Azienda Sanitaria Locale in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione (29 marzo 2020) che attesti l’esistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1 della legge 7 maggio 2009, n. 46, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. La certificazione medica deve essere rilasciata da funzionari medici .

MANIFESTO

DOMANDA

COMUNICAZIONE-VOTO-DOMICILIARE   ——–    ORARIO-AMBULATORI-VOTO-DOMICILIARE

1 2 3 4 196