Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020 – ISTRUZIONI

Domenica 29 marzo, dalle ore 7:00 alle ore 23:00, si vota per il referendum costituzionale ex art. 138 della Costituzione sulla legge costituzionale avente ad oggetto “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato  dal  Parlamento  e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n. 240 del 12 ottobre 2019.

Come si vota?

Possono votare i cittadini iscritti nelle liste elettorali, che abbiano compiuto il 18° anno di età entro il giorno fissato per il referendum.
L’elettore deve esibire un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale.
All’elettore viene consegnata una scheda con il seguente quesito: «Approvate  il  testo  della  legge  costituzionale   concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato  dal  Parlamento  e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n. 240 del 12 ottobre 2019?». Alla fine del quesito ci sono due caselle, una con il ‘Sì’ e una con il ‘No’: basta barrare la propria scelta. In questo tipo di referendum non è previsto un quorum (numero minimo di votanti affinché il referendum sia valido) e la legge viene promulgata se i voti favorevoli superano quelli sfavorevoli.

  • Tessera elettorale

Gli elettori sono invitati a verificare se sono in possesso della tessera. In caso di smarrimento, deterioramento o esaurimento degli spazi per la certificazione del voto, gli elettori possono chiedere il rilascio di una nuova tessera presso l’Ufficio elettorale negli orari di apertura al pubblico.
Per quanto riguarda le tessere dei nuovi elettori (ad esempio i cittadini che hanno trasferito la loro residenza nel Comune di Ferrara) si segnala che l’Ufficio elettorale sta provvedendo alla consegna delle stesse mediante raccomandata con ricevuta di ritorno.

  • Voto a domicilio

Gli elettori affetti da gravi infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile, possono chiedere di votare presso il proprio domicilio facendo pervenire al sindaco una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano.
La domanda di ammissione al voto domiciliare deve indicare l’indirizzo dell’abitazione in cui l’elettore dimora, un recapito telefonico, e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’azienda sanitaria locale.
N.B.: la predetta domanda di ammissione al voto domiciliare deve necessariamente essere effettuata per ogni consultazione, dunque anche chi ha richiesto il voto a domicilio in occasione di precedenti consultazioni, qualora interessato ad esprimere il proprio voto presso il suo domicilio, deve ripetere l’istanza alla U.O. Igiene pubblica.

  • Voto italiani all’estero

Si ricorda che il VOTO è un DIRITTO tutelato dalla Costituzione Italiana e che, in base alla Legge 27 dicembre 2001, n.459, i cittadini italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) e nelle liste elettorali, possono VOTARE PER POSTA. A tal fine, si raccomanda quindi di controllare e regolarizzare la propria situazione anagrafica e di indirizzo presso il proprio consolato.

È POSSIBILE IN ALTERNATIVA, PER GLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO ED ISCRITTI ALL’AIRE, SCEGLIERE DI VOTARE IN ITALIA PRESSO IL PROPRIO COMUNE DI ISCRIZIONE ELETTORALE, comunicando per iscritto la propria scelta (OPZIONE) al Consolato entro il 10° giorno successivo alla indizione delle votazioni. Gli elettori che scelgono di votare in Italia in occasione della prossima consultazione referendaria, riceveranno dai rispettivi Comuni italiani la cartolina-avviso per votare presso i seggi elettorali in Italia.

La scelta (opzione) di votare in Italia vale solo per una consultazione referendaria.

Si ribadisce che in ogni caso l’opzione DEVE PERVENIRE all’Ufficio consolare NON OLTRE I DIECI GIORNI SUCCESSIVI A QUELLO DELL’INDIZIONE DELLE VOTAZIONI, OVVERO ENTRO IL GIORNO 8 FEBBRAIO 2020. Tale comunicazione può essere scritta su carta semplice e – per essere valida – deve contenere nome, cognome, data, luogo di nascita, luogo di residenza e firma dell’elettore, accompagnata da copia di un documento di identità del dichiarante.

Per tale comunicazione si può anche utilizzare l’apposito modulo scaricabile da questo sito o da quello del proprio Ufficio consolare.

Come prescritto dalla normativa vigente, sarà cura degli elettori verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare.

La scelta di votare in Italia può essere successivamente REVOCATA con una comunicazione scritta da inviare o consegnare all’Ufficio consolare con le stesse modalità ed entro gli stessi termini previsti per l’esercizio dell’opzione.

Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la Legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano. Solo gli elettori residenti in Paesi dove non vi sono le condizioni per votare per corrispondenza (Legge 459/2001, art. 20, comma 1-bis) hanno diritto al rimborso del 75 per cento del costo del biglietto di viaggio, in classe economica.

L’UFFICIO CONSOLARE È A DISPOSIZIONE PER OGNI ULTERIORE CHIARIMENTO.

SCUOLA PRIMARIA DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA – 27 GENNAIO 2020 – GIORNATA DELLA MEMORIA ” PER NON DIMENTICARE “

   Il Giorno della memoria cade ogni anno il 27 gennaio. L’evento si celebra ogni anno in Italia a partire dal 2000 e nel resto del mondo dal 2005, non va considerata tanto come un omaggio alle vittime del nazismo, quanto un’occasione di riflessione su una storia che ci riguarda da molto vicino.

Il 27 gennaio 1945 è infatti il giorno in cui, alla fine della seconda guerra mondiale , i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz vengono abbattuti dalla 60esima armata dell’esercito sovietico.

Per celebrare questa ricorrenza, gli alunni ed insegnanti della scuola primaria di San Romano in Garfagnana lunedì 27 gennaio a partire dalle ore 11.00 presso il plesso scolastico sito in Via degli Studi attueranno varie iniziative che vedranno coinvolti tutti gli studenti:

Visione del film “ La stella di Andra’ e Tati

Esecuzione con flauto del canto “ La canzone del bambino nel vento “

Recita della poesia “ Ricordare per non dimenticare “

Lettura del libro “ Otto l’orsacchiotto : Storia di amicizia tra un bambino ebreo e un bambino tedesco .

Realizzazione di un cartellone e di un disegno di un orsacchiotto quale simbolo dell’amicizia.

 

CONTRIBUTO REGIONALE PER FAMIGLIE CON FIGLI MINORI DISABILI GRAVI.

La Regione Toscana, con l’art. 5 della Legge regionale 73/2018 ad oggetto “contributo alle famiglie con figli minori disabili” ha istituito misure di sostegno finanziario per il triennio 2019-2021.
Per l’annualità 2020 la domanda di contributo può essere presentata al Comune di San Romano in Garfagnana dal 15 gennaio 2020 ed entro il 30 giugno 2020.
1. Chi può fare domanda?
Famiglie con figli  minori di anni diciotto certificati disabili  (handicap permanente grave, di cui all’art 3 c. L. 104/1992).
Sono considerati minori i figli che compiono il diciottesimo nell’anno di riferimento del contributo.
2. A quanto ammonta il contributo?
Il contributo ammonta a 700,00 € per figlio disabile.
3. Quali requisiti bisogna avere?

  • Il genitore o padre o madre, o colui che esercita la patria potestà, (indipendentemente dal carico fiscale), che presenta domanda deve far parte del medesimo nucleo familiare del minore disabile per il quale è richiesto il contributo;
  • sia il genitore, sia il figlio minore disabile devono essere residenti in Toscana in modo continuativo da almeno ventiquattro mesi, in strutture non occupate abusivamente, a decorrere dalla data del 1° gennaio dell’anno di riferimento del contributo;
  • il genitore che presenta domanda e il figlio minore disabile devono far parte di un nucleo familiare convivente con un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore ad euro 29.999,00
  • il genitore che presenta la domanda non deve avere riportato condanne con sentenza definitiva per reati di associazione di tipo mafioso, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o altra utilità di provenienza illecita di cui agli artt. 416 bis, 648 bis e 648 ter del codice penale.
  • 4. Come si presenta la domanda?
    • mediante consegna, entro il 30/06/2020, del modulo di domanda(come predisposto dalla Regione Toscana) al Protocollo  del Comune di San Romano in Garfagnana , corredato obbligatoriamente da:
        • Allegato B – Informativa Privacy
        • Copia del Certificato di Disabilità (L. 104/92 art.3 comma3)
        • Copia ISEE 2020
        • Copia del Documento di Identità
      Tempi e iter della pratica
      Il Comune si occupa esclusivamente di ricevere le domande e svolgere l’istruttoria. Alla liquidazione ed al pagamento provvede direttamente la Regione.
      Segnalazioni e precisazioni
      • In caso di scelta di modalità di pagamento tramite l’accreditamento bancario, l’IBAN dovrà essere trascritto  assolutamente preciso, completo e NON RIFERITO A LIBRETTI POSTALI.
       I cittadini dovranno informare tempestivamente l’ufficio in caso di cambiamenti del codice o modifica dell’IBAN;
      • Il recapito telefonico e/o email dove ricevere comunicazioni, deve essere sempre trascritto, in quanto tale indirizzo/ telefono viene utilizzato dalla Regione Toscana per l’invio degli avvisi di pagamento e in caso di eventuali informazioni
    • DOMANDA
    • informativa privacy 2020

SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA – OPEN DAY VENERDI’ 24 GENNAIO 2020

Venerdì 24 Gennaio 2020 presso il plesso scolastico sede della scuola dell’infanzia e primaria sito in San Romano in Garfagnana in Via degli Studi n. 2 si terrà l’open day .
Abbiamo pensato a una giornata speciale, aperta a tutti e tutte: non una visita guidata, ma una vera e propria immersione nella vita quotidiana sia della Scuola dell’infanzia sia della Scuola primaria.
A partire dalle ore 9.30 e fino alle ore 12.00 presso la scuola dell’infanzia e la scuola primaria, bambini e famiglie saranno accolti dagli insegnanti, dalle collaboratrici scolastiche e dagli studenti.

Sarà un’ occasione per i genitori che, se lo desiderano, avranno la possibilità di trascorrere un po’ di tempo in sezione/classe con i bambini e le bambine, partecipare alle lezioni, alle attività e ai laboratori, e per i bambini che potranno seguire le attività nelle classi, partecipare ai laboratori (di musica, arte , inglese, …..), conoscere i propri futuri insegnanti e compagni. L’intero gruppo classe sarà coinvolto nell’accoglienza degli ospiti e coopererà per mettere a proprio agio adulti e bambini.

Tantissimi i progetti che vedranno coinvolti i nuovi alunni a partire da settembre 2020 – “ Musica Maestro : io suono con il flauto dolce “ , Madrelingua Inglese, Progetti in collaborazione con il Parco Alpi Apuane ed il Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano, Scacchi a scuola, CONI “ Scuola e Sport Compagni di banco “ e “ Sport di classe “, Progetto Cinema, Edurisk, I giovani sentinelle della legalità, Progetto educazione alimentare con una nutrizionista a disposizione gratuitamente delle famiglie, I giovani sentinelle della legalità, Frutta nelle scuole, Gaia : alla scoperta dell’acqua, e tantissime altre novità . Vi aspettiamo !!!!


DEPLIANT PRIMARIA FRONTE
DEPLIANT PRIMARIA RETRO

RACCOLTA FIRME PER PROPOSTE DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE

Presso l’Ufficio Elettorale del Comune di San Romano in Garfagnana – Via Roma n. 9 – , nei giorni di lunedì – martedì – mercoledì – venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00  è possibile aderire alla raccolta firme necessaria per la presentazione delle seguenti due proposte di legge di iniziativa popolare, il promotore della sottoscrizione è LEGA PER SALVINI PREMIER

–        Introduzione del sistema elettorale maggioritario uninominale puro per l’elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica;

–        Elezione a suffragio universale e diretto del Presidente della Repubblica e abolizione dell’istituto dei senatori a vita.

 

1 2 3 4 42