ATTIVITA’ ESTIVE 2018 – SCADENZA ISCRIZIONI 15.06.2018

Le attività estive rappresentano un’importante opportunità di apprendimento e di divertimento per i bambini/e e i ragazzi/e del nostro territorio oltre che essere un valido strumento per promuovere l’inclusione e l’integrazione sociale ed offrire alle famiglie un supporto sia pratico che educativo per i figli/e.

L’Amministrazione Comunale, nell’ambito delle politiche educative e ricreative, ritiene pertanto opportuno realizzare attività mirate ad integrare i compiti educativi che l’istituzione scolastica e le famiglie si propongono e consentire ai bambini ed ai ragazzi di socializzare ed effettuare diverse attività anche nel periodo estivo di chiusura delle scuole.

Come per il precedente anno, presso il plesso scolastico sito in Via degli Studi nel Capoluogo, vengono organizzati dal 2 Luglio  2018 al 10 Agosto 2018 con orario 8.30/16.30 n. 1 CAMPO SCUOLA EDUCATIVO per ragazzi/e 7 – 14 anni e n.1 CENTRO ESTIVO INFANZIA per bambini/e 3 – 6 anni.

Le domande di iscrizione in base alla data di arrivo al protocollo comunale, verranno inserite nelle seguenti graduatorie :
PRIMA GRADUATORIA : Residenti nel Comune di San Romano in Garfagnana
SECONDA GRADUATORIA : Residenti nei Comuni di Piazza al Serchio, Sillano Giuncugnano, Minucciano, Camporgiano, Vagli Sotto ( Comuni facenti parte della Gestione associata dei servizi ed interventi educativi per la prima infanzia )
TERZA GRADUATORIA : Residenti in altri Comuni

Qualora il numero delle domande di iscrizione pervenute sia superiore ai posti disponibili, l’ammissione avverrà seguendo il seguente criterio :

  • Residenti nel Comune di San Romano in Garfagnana
  • Residenti nei Comuni di Piazza al Serchio, Sillano Giuncugnano, Minucciano, Camporgiano, Vagli Sotto ( Comuni facenti parte della Gestione associata dei servizi ed interventi educativi per la prima infanzia )
  • Residenti in altri Comuni

La domanda di iscrizione da compilarsi sul modulo allegato va riconsegnata all’ufficio protocollo del Comune di San Romano in Garfagnana entro e non oltre il 15 GIUGNO 2018.

DOMANDA DI ISCRIZIONE CAMPO ESTIVO 2018

 

SOGGIORNI ESTIVI GRATUITI per ragazzi e ragazze dai 6 ai 17 anni promossi da Provincia e Fondazione CR Lucca

Si tratta di un’offerta vacanziera accattivante e varia, con località di mare e di montagna degna dei migliori tour operator, oltretutto gratuita per ragazzi e ragazze residenti nel territorio provinciale .

Tornano, infatti, anche quest’anno, i soggiorni estivi gratuiti promossi dalla Provincia di Lucca e finanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, nell’ambito delle iniziative di solidarietà orientate al mondo dei giovani.

Sono ben nove le destinazioni, tra località di mare e di montagna, delle “colonie estive” gratuite riservate a bambini, ragazze e ragazzi dai 6 ai 17 anni di età, appartenenti a famiglie non abbienti o comunque con i parametri Isee classificabili in fascia bassa. Un’opportunità che dalla prima edizione – questa è la dodicesima – ha coinvolto un progressivo e sempre maggior numero di ragazzi e ragazze.

Dalle positive esperienze precedenti e dalla stretta collaborazione tra Provincia, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e uffici dei servizi sociali dei Comuni del territorio, è scaturito anche quest’anno un programma ricco, con un ventaglio di opportunità tale da trasformare la tradizionale ‘colonia estiva’ in una vera e propria vacanza da sogno.
I ragazzi, durante i soggiorni, saranno seguiti da personale specializzato, di larga esperienza che, tra l’altro, coinvolgerà i partecipanti in varie attività ricreative: passeggiate, osservazione della natura, bricolage, laboratori di cinema per la realizzazione di cortometraggi, attività sportive di varie discipline, e persino corsi di lingua inglese.

Il programma messo a punto da Provincia e Fondazione. 

Ecco le località previste. Quelle al mare sono: Marina di Massa (Centro Keluar Torre Marina); Marina di Frigole (Lecce); l’Arcipelago Toscano (vacanza in catamarano); il mar Mediterraneo (Settimane azzurre in barca a vela) per i soggiorni in barca a vela, da Viareggio alla Capraia, dall’Isola d’Elba a Poro Azzurro; Igea Marina (Rimini) con “Ragazzi e cinema”, durante il quale i ragazzi avranno la possibilità di incontrare alcuni attori di cinema televisione; Cesenatico (Forlì-Cesena) per un soggiorno tutto mare e divertimento; Marzocca di Senigallia (Ancona).

Le località di montagna scelte, invece, sono: Bosentino (Trento) per “Montagna amica”; e il Centro ambientale “Anemone” di Sillano (Lucca) per la vacanza intitolata “Natura in gioco”.
Da segnalare che i soggiorni in catamarano e in barca a vela – per i quali è obbligatorio saper nuotare senza ausilio di galleggianti – sono riservati, nel primo caso, a ragazzi e ragazze di età compresa dai 13 ai 17 anni e, nel secondo caso, a ragazzi e ragazze dagli 11 ai 17 anni.

I singoli soggiorni, della durata di 6, 10 o 14 giorni ciascuno, sono 21, distribuiti nel periodo che va dal 30 giugno al 29 agosto, strutturati in alcuni casi su vari “turni” settimanali.

Gli organizzatori precisano che le singole vacanze saranno attivate solo al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti e che il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è fissato al 20 aprile 2018.

Le domande dovranno pervenire, complete di tutti gli allegati richiesti all’Ufficio Protocollo della Provincia di Lucca, Palazzo Ducale – Cortile Carrara – 55100 Lucca, aperto dal lunedì al venerdì con orario 9.00-13.00 e, nelle giornate di martedì e giovedì, anche dalle 15 alle 16.

Per informazioni le famiglie interessate possono rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) della Provincia: Palazzo Ducale – Cortile Carrara (numero verde 800 747155) aperto dal lunedì al venerdì 9.00-13.00 e il martedì e giovedì 15.00-16.00. Ci si può rivolgere anche al Servizio politiche giovanili e sociali della Provincia, tel. 0583/417489.

Il programma completo con le date, il depliant informativo e i moduli per la domanda sono disponibili sia sul portale web della Provincia (www.provincia.lucca.it) sia sul sito della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca al link www.fondazionecarilucca.it/soggiorni-estivi-2018     

 

Testamento Biologico – Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Il 31.01.2018 è entrata in vigore la Legge 219/2017 “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”. Le Disposizioni Anticipate di Trattamento “DAT” permettono di esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari. Per i residenti del Comune di San Romano in Garfagnana,  il Modulo è disponibile in questa pagina e deve essere consegnato personalmente dal disponente all’Ufficio di Stato Civile.

Che cos’è

Sulla base della nuova Legge 219/2017 “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento” cosiddetto “Testamento Biologico”, ogni persona maggiorenne e capace di intendere e volere può attraverso le DAT – Disposizioni Anticipate di Trattamento – esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di un’eventuale futura incapacità di farlo.
Nelle stesse disposizioni anticipate può essere indicata una persona di fiducia (“fiduciario”), che faccia le veci del disponente e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. L’accettazione della nomina da parte del fiduciario può risultare dalla sottoscrizione della DAT o con atto successivo che verrà allegato alla stessa. Al fiduciario è rilasciata una copia delle DAT. Il fiduciario può rinunciare alla nomina con atto scritto, che è comunicato al disponente. L’incarico del fiduciario può essere revocato dal disponente in qualsiasi momento, con le stesse modalità previste per la nomina e senza obbligo di motivazione.Fermo restando che il cittadino non può esigere trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali, il medico è tenuto al rispetto delle DAT, che possono essere disattese in tutto o in parte, dal medico stesso, in accordo con il fiduciario, qualora esse appaiono palesemente incongrue o non corrispondenti alla condizione clinica attuale o sussistano terapie non prevedibili all’atto della sottoscrizione delle DAT, capaci di offrire concrete possibilità di miglioramento delle condizioni di vita.
Qualora le DAT non contengano l’indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente. In caso di necessità e nei casi di conflitto fra fiduciario e medico, la decisione è rimessa al giudice tutelare secondo le procedure previste dal Codice Civile.
Le DAT devono essere redatte in uno dei seguenti modi:

  • per atto pubblico (atto redatto da notaio)
  • per scrittura privata autenticata (atto redatto con un funzionario pubblico designato o con un notaio)
  • per scrittura privata consegnata PERSONALMENTE dal disponente presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza del disponente stesso.

L’Ufficio provvede all’annotazione della DAT in apposito registro informatico e cartaceo che  tuttavia NON è collegato ad oggi ad alcun fascicolo elettronico sanitario.
Le DAT possono altresì essere consegnate direttamente presso le strutture sanitarie, qualora la Regione di appartenenza regolamenti con proprio atto la raccolta delle DAT, compresa l’indicazione del fiduciario ed il oro inserimento nella banca dati.

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Per i residenti nel Comune di San Romano in Garfagnana

Le Disposizioni Anticipate di Trattamento DAT possono essere presentate personalmente dal disponente presso l’Ufficio di Stato Civile .

L’Ufficio ha predisposto un modello di “Disposizioni Anticipate di Trattamento” (vedi Modulistica) che vuol essere un semplice “ausilio” per la compilazione delle proprie volontà, ma che non è assolutamente esaustivo dei possibili contenuti delle disposizioni che sono lasciate alla piena volontà dei disponenti dopo aver acquisite adeguate informazioni mediche. Nel caso si voglia nominare un fiduciario, occorre compilare anche la parte relativa all’accettazione.

Con le stesse forme, le DAT sono rinnovabili, modificabili e revocabili in ogni momento.

Costi e modalità di pagamento

Le DAT sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo, e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

Pronto Badante – Estensione a tutta la Regione del servizio di sostegno rivolto alle persone anziane.

ProntoBadante_150x150Con “Pronto Badante” la Regione ha deciso di mettere a disposizione delle famiglie toscane un servizio di sostegno rivolto alla persona anziana nel momento in cui si presenta, per la prima volta, una situazione di fragilità.

Un operatore autorizzato, dopo essersi rivolti al Numero Verde 800 59 33 88 (attivo da lunedì a venerdì dalle ore 8 alle 18 e il sabato dalle ore 8 alle 13), interverrà direttamente presso l’abitazione della famiglia della persona anziana, garantendole un unico punto di riferimento per avere informazioni sui percorsi socio-assistenziali e un sostegno economico per l’attivazione di un rapporto di assistenza familiare con una/un badante.

Le persone anziane che vivono sole o in famiglia per poter accedere al servizio devono:

  • avere almeno 65 anni;
  • essere residenti in Toscana;
  • trovarsi per la prima volta in un momento di difficoltà, fragilità o disagio;
  • non avere già in atto un progetto di assistenza personalizzato (PAP) con i servizi territoriali;
  • non aver già stipulato un contratto di assistenza familiare con una/un badante.

Per maggiori informazioni

regione toscana/anziani

Nuovi contributi per famiglie con figli minori disabili per il triennio 2016/2018. Legge regionale 82 del 28 dicembre 2015

La L.R. 45/2013, così come previsto, ha cessato di avere i suoi effetti in data 31.12.2015, anche se le domande annualità 2015 sono presentabili da parte dei cittadini fino al 31.01.2016.
In data 28 dicembre 2015 è stata però approvata la legge regionale n. 82 che, all’articolo n. 5, istituisce per il triennio 2016-2018 un contributo finanziario annuale a favore delle famiglie con figli minori di 18 anni disabili.

Read more

1 2 3 4