CONTRIBUTO REGIONALE PER FAMIGLIE CON FIGLI MINORI DISABILI GRAVI.

La Regione Toscana, con l’art. 5 della Legge regionale 73/2018 ad oggetto “contributo alle famiglie con figli minori disabili” ha istituito misure di sostegno finanziario per il triennio 2019-2021.
Per l’annualità 2020 la domanda di contributo può essere presentata al Comune di San Romano in Garfagnana dal 15 gennaio 2020 ed entro il 30 giugno 2020.
1. Chi può fare domanda?
Famiglie con figli  minori di anni diciotto certificati disabili  (handicap permanente grave, di cui all’art 3 c. L. 104/1992).
Sono considerati minori i figli che compiono il diciottesimo nell’anno di riferimento del contributo.
2. A quanto ammonta il contributo?
Il contributo ammonta a 700,00 € per figlio disabile.
3. Quali requisiti bisogna avere?

  • Il genitore o padre o madre, o colui che esercita la patria potestà, (indipendentemente dal carico fiscale), che presenta domanda deve far parte del medesimo nucleo familiare del minore disabile per il quale è richiesto il contributo;
  • sia il genitore, sia il figlio minore disabile devono essere residenti in Toscana in modo continuativo da almeno ventiquattro mesi, in strutture non occupate abusivamente, a decorrere dalla data del 1° gennaio dell’anno di riferimento del contributo;
  • il genitore che presenta domanda e il figlio minore disabile devono far parte di un nucleo familiare convivente con un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore ad euro 29.999,00
  • il genitore che presenta la domanda non deve avere riportato condanne con sentenza definitiva per reati di associazione di tipo mafioso, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o altra utilità di provenienza illecita di cui agli artt. 416 bis, 648 bis e 648 ter del codice penale.
  • 4. Come si presenta la domanda?
    • mediante consegna, entro il 30/06/2020, del modulo di domanda(come predisposto dalla Regione Toscana) al Protocollo  del Comune di San Romano in Garfagnana , corredato obbligatoriamente da:
        • Allegato B – Informativa Privacy
        • Copia del Certificato di Disabilità (L. 104/92 art.3 comma3)
        • Copia ISEE 2020
        • Copia del Documento di Identità
      Tempi e iter della pratica
      Il Comune si occupa esclusivamente di ricevere le domande e svolgere l’istruttoria. Alla liquidazione ed al pagamento provvede direttamente la Regione.
      Segnalazioni e precisazioni
      • In caso di scelta di modalità di pagamento tramite l’accreditamento bancario, l’IBAN dovrà essere trascritto  assolutamente preciso, completo e NON RIFERITO A LIBRETTI POSTALI.
       I cittadini dovranno informare tempestivamente l’ufficio in caso di cambiamenti del codice o modifica dell’IBAN;
      • Il recapito telefonico e/o email dove ricevere comunicazioni, deve essere sempre trascritto, in quanto tale indirizzo/ telefono viene utilizzato dalla Regione Toscana per l’invio degli avvisi di pagamento e in caso di eventuali informazioni
    • DOMANDA
    • informativa privacy 2020