GAIA SPA- NUOVA BOLLETTA A RATA COSTANTE!

Per richiedere il servizio di bolletta a rata costante e per maggiori informazioni visita la sezione dedicata del sito di Gaia S.p.a. cliccando QUI

Nasce la Bolletta a Rata Costante di GAIA S.p.A. Una bolletta a costo fisso e a cadenza mensile, al posto della classica bolletta trimestrale con consumi variabili,  una nuova formula, più smart e flessibile, che il Gestore idrico mette a disposizione della propria utenza per il pagamento delle bollette dell’acqua.

CHI PUO’ RICHIEDERE LA BOLLETTA A RATA COSTANTE – La bolletta a rata costante potrà essere richiesta da qualsiasi tipologia di utenza, sia domestica che commerciale, purché attivi il servizio di addebito automatico della bolletta su conto corrente e la modalità di spedizione tramite email (bolletta elettronica), per evitare l’aumento di utilizzo della carta e rendere sostenibile il nuovo servizio anche dal punto di vista ambientale.
n.b. Le utenze titolari di Bonus Idrico (sociale o integrativo) potranno richiedere la bolletta a rata costante senza adempiere ai requisiti di domiciliazione bancaria e spedizione elettronica sopra citati.

COME SI CALCOLA LA RATA MENSILE – Niente più sorprese in bolletta: l’utente che decide di aderire all’iniziativa, con pochi semplici passaggi potrà conoscere l’importo della rata che riceverà ogni mese, calcolata dividendo per 12 mesi il proprio consumo medio annuo. Una volta messo a conoscenza dell’ammontare della propria rata mensile, l’utente potrà scegliere se aderire o meno al servizio.

LA RATA E’ COSTANTE, non potrà mai essere superiore rispetto a quanto stabilito al momento dell’attivazione, ma può essere inferiore.
Se ci sono bonus che vengono attivati nel corso dell’anno, oppure una lettura o un’autolettura rileva consumi inferiori, è possibile che la rata del mese successivo risulti anche inferiore rispetto a quanto stabilito. Invece la rata non sarà mai superiore a quanto calcolato al momento dell’attivazione: eventuali consumi reali superiori alla media o diversi addebiti (ad esempio per operazioni sul contatore), andranno in un cassetto virtuale, che non sarà esigibile nell’immediato.

Durante l’anno il cassetto virtuale conterrà i discostamenti tra quanto pagato con la rata costante e l’importo reale calcolato, e dunque potrà variare:  in presenza di una somma nel cassetto virtuale, anche in caso di diminuzioni del consumo o altri bonus, prima di diminuire la rata successiva verrà ripianato il cassetto. Ogni variazione nel cassetto sarà sempre comunque visibile in bolletta.