Progetto "Parco nel Mondo"

logo_parco_appennino.giflogo_parco_appennino.gifIl Progetto Parco nel Mondo,  è promosso dal Parco Nazionale Dell’Appennino Tosco-Emiliano la cui gestione operativa è stata affidata alla Comunità Montana della Garfagnana.

Parco nel Mondo prevede un programma di animazione che restituisca autostima e centralità al vivere nei paesi e nei centri minori dell’Appennino Tosco-Emiliano e dei suoi crinali, costruendo flussi di ritorno moderno dall’emigrazione (anche parziale e virtuale) e una ripresa delle relazioni con le comunità di origine.

Il progetto prevede la costruzione di un processo di recupero dei legami con le migliaia di abitanti e nativi del crinale che vivono nel mondo (si stimano tra i 70.000 e i 100.000 emigrati) e alle loro famiglie, che mantengono nel cuore legami con il loro territorio.

Il Parco Nazionale si fa interprete delle vocazioni dell’identità naturale e culturale dei propri luoghi, vuole essere proposto come riferimento formale di una cittadinanza affettiva resa esplicita in forme creative e appropriate: si tratta di una realtà che molti emigrati sentono come propria e a cui tengono come tratto importante della loro identità. Con questo progetto, quindi, è possibile recuperare e rafforzare una serie di valori che costituiscono il codice genetico di un Parco Nazionale radicato sul rapporto natura-cultura.

Ricreare le condizioni di un avvicinamento tra le comunità presenti e quelle lontane dal territorio del Parco è uno degli obiettivi primari di questo progetto.

Il primo passo di questo percorso è stato quello di incaricare due borsiste, Claudia Luccarini e Martina Moriconi, che stanno realizzando un atlante anagrafico dell’emigrazione raccogliendo i dati necessari dai registri anagrafici dei comuni garfagnini facenti parte del Parco, San Romano, Villa Collemandina e Giuncugnano.

C’è bisogno tuttavia di recuperare maggiori informazioni ed effettuare l’aggiornamento di alcuni dati riguardanti gran parte dei soggetti, attraverso un dialogo diretto con la popolazione residente, del resto quasi ogni famiglia ha qualche componente emigrato; le due borsiste quindi richiedono la collaborazione di tutta la popolazione in merito a

  • Raccolta di indirizzi, e-mail, numeri telefonici o quanto altro necessario per consentire di contattare direttamente gli emigrati e i loro familiari
  • Segnalazione di persone residenti sul territorio comunale disposte a fornire eventuali altre notizie sugli emigrati e contribuire a riallacciare questa rete di rapporti per la riuscita del progetto

Potete quindi contattare le due borsiste

Martina Moriconi Cell. 347/3679079                                                                 

Claudia Luccarini   Cell. 338/8365311