Slow Food Italia: in 300 piazze per festeggiare il 25º compleanno e promuovere l’agricoltura di prossimità

pietro_talada_borsigliana_L.jpgpietro_talada_borsigliana_L.jpgIl 18 giugno Slow Food organizza in  300 piazze italiane il primo Slow Food Day,

la festa nazionale che celebra anche i 25 anni di attività. E lo fa in modo coinvolgente e originale, esaltando
l’alleanza tra le Condotte, rappresentanze locali dell’associazione, e gli
agricoltori di prossimità. Il forte radicamento sul territorio è da sempre uno
dei punti di forza di Slow Food: con la giornata del 18 giugno, le Condotte
avranno l’opportunità di far conoscere la propria attività e il proprio impegno
nella salvaguardia e promozione del patrimonio enogastronomico locale.

A Borsigliana di Piazza al Serchio la Condotta Garfagnana
Valle del Serchio festeggia Presentando il libro (primo saggio) della Garfagnana
Editrice “Pietro
da Talada”, di Normanna Albertini

Il libro verrà presentato da Umberto Bertolini, Normanna Albertini e Dino
Magistrelli.

Saluti iniziali di Paolo Fantoni e Andrea Giannasi.

Degustazione finale a cura di Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio con
responsabile Alessio Pedri.

Inizio ore 18 alla chiesetta di Borsigliana.

Enti patrocinanti Comune di Piazza al Serchio, Garfagnana editrice, Comunità
Montana della Garfagnana;

con
la partecipazione del Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano e il Comune di san Romano in Garfagnana

«Questo giorno di festa sarà anche l’occasione per rendere concreto e tangibile il
significato di essere co-produttori, di esprimere il solido legame che c’è tra
chi produce il cibo e chi lo consuma», spiega Roberto Burdese, Presidente di
Slow Food Italia. «Porteremo in piazza i produttori da Nord a Sud per sancire
un patto che possa rafforzare il rapporto tra la nostra associazione e chi ne
incarna i principi sul territorio», conclude Burdese.

La piccola agricoltura di qualità e la collaborazione tra Slow Food e produttori
locali è proprio il filo conduttore della giornata, in cui si vuole promuovere
un modello di economia virtuosa capace di realizzare quello che sta ormai
diventando un ossimoro: lo sviluppo sostenibile. In molte Condotte questo patto
esiste già e si traduce, ad esempio, nei Mercati della Terra e nei
gruppi di acquisto organizzati per la spesa settimanale, nella costante
attività a fianco dei produttori dei Presìdi Slow Food o assieme alle Comunità
del Cibo della rete di Terra Madre.

La giornata promuoverà alcuni grandi progetti di Slow Food, tra cui i Mille Orti
in Africa, l’iniziativa lanciata in occasione di Terra Madre 2010 e che prevede
la creazione di mille orti nelle scuole, nei villaggi e nelle periferie delle
città africane.

Su www.slowfood.it/18giugno il
programma e i luoghi della festa. Il sito sarà aggiornato in tempo reale per
far conoscere i numerosi appuntamenti che si svolgono in tutta Italia.